L’aceto bianco è uno degli ingredienti più amati nella cultura culinaria italiana, ma è anche un prodotto multi uso da utilizzare sia nella pulizia della casa che in quella dei vestiti. In particolare l’aceto bianco vanta un ruolo fondamentale soprattutto nel bucato, lavare i vestiti con dell’aceto non solo fa risparmiare evitando lo spreco di detersivi a volte anche nocivi, ma rende i capi più morbidi e lucenti ma soprattutto rimuove le macchie. Incredibile da credere ma l’aceto ha davvero moltissimi effetti positivi sul bucato, occorre solo un pò di praticità e qualche consiglio su come impiegarlo, consiglio che lo staff di Tata Living è pronto a condividere con voi. Come utilizzare l’aceto ne bucato? Nel caso di lavaggio in lavatrice è possibile introdurlo nel ciclo, questo renderà il bucato più morbido, inodore, toglierà i resti del sapone e i componenti chimici che si accumulano nei vestiti,  e manterrà i colori originali.

Nello specifico possiamo anche consigliarvi alcune ragioni per usare l’aceto nel bucato oltre ai quelle generiche precitate. In primo luogo è un ottimo mezzo per rimuovere le macchie di sudore, basta preparare una soluzione di acqua tiepida e un cucchiaio d’aceto versarla su una spugna da passare poi sulle macchie. Molto utilizzato l’aceto anche nei casi di lavaggio d’abiti in lana che sono stati contratti, in questo caso è sufficiente mettere i capi in ammollo in una soluzione composta da una parte di aceto e due parti d’acqua per 25 minuti. E’ noto e molto frequente anche l’uso dell’aceto per fissare i colori di federe e lenzuola, un utilizzo che evita che la biancheria per la casa sbiadisca con il passare del tempo e i frequenti lavaggi. Inoltre se si aggiunge l’aceto ai lavaggi in lavatrice si ottiene anche una pulizia dell’elettrodomestico, l’aceto infatti impedisce la formazione dei funghi nelle parti di gomma e pulisce i filtri.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *