Un bucato fatto male? Macchie su tessuti pregiati? A questi errori si può rimediare con qualche trucco della nonna, metodi antichi che riportano ad un passato recente e a tratti nostalgico che ad oggi sono ancora attuali e molti efficaci. In particolare stiamo parlando di tingere i tessuti rovinati o anche solo per rinnovarli in modo naturale facendo ricorso ad esempio all’uso del, ma anche del caffè, tè nero, scorze di melograno, mallo di noce, ghiande, foglie di eucalipto, bucce di cipolla, curcuma e zafferano, barbabietole rosse, spinaci, cacao. Ingredienti questi ultimi che possono essere utilizzati per dare una nuova vita a lenzuola, tovaglie e tutti i vari tipi di tessuti prevalentemente a composizione naturale. Le tinture naturali sono tornate molto in voga negli ultimi anni, hanno trovato spazio prevalentemente nell’ambito dei componenti d’arredo dando agli ambienti della casa quel mood shabby chic e vintage.

Come tingere in casa i tessuti? Il “fai da te” è davvero qualcosa di semplicissimo e noi di Tata Living vi suggeriamo un metodo infallibile per ottenere risultati sorprendenti. In poche mosse potrete tingere lenzuola, centri tavola e anche tovaglie con solo l’utilizzo di una bustina di tè o qualche cucchiaio di caffè. Oltre a lavare i tessuti molto bene utilizzando detersivi ecologici, questo per eliminare ogni residuo che potrebbe alterare il risultato finale, occorre scegliere l’elemento naturale preferito e poi mettere l’oggetto scelto in ammollo prolungato ovviamente più intenso si vuole la tonalità più “colorante naturale” si aggiunge. Per ottenere un risultato al limite della perfezione si usa aggiungere nell’acqua dell’ammollo colorata con l’elemento naturale dei mordenti come il sale e l’aceto che fissano l’intensità e la durata della nuance. Da ricordare che il bagno di colore si ottiene portando ad ebollizione l’acqua con il colorante a cui seguirà l’ammollo del tessuto prescelto e in seguito la fissazione del colore. I tempi, soprattutto quelli casalinghi, sono ovviamente relativi anche se è certo che più è lungo il tempo d’ammollo più i risultati saranno sorprendenti. Non vi resta che provare!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *