Germi e batteri sono nemici della nostra salute e per questo tra tutte le scadenze che dobbiamo tenere a mente per mantenere sempre ordinata e pulita la casa, non ti devi dimenticare quelle che riguardano le cose che vanno sostituite con frequenza per evitarne il proliferarsi.

Ti indico qui nel seguito alcune delle cose più importanti.

Lo spazzolino da denti

Affinché lo spazzolino assolva ad una perfetta funzione di igiene orale, dovresti sostituirlo ogni tre quattro mesi, o quantomeno quando le setole perdono la loro naturale forma e il loro vigore. I dentisti sono molto severi in questo! Ricorda che il cappuccio coprisetole non è molto igienico, perchè nella plastica si acculano residui d’acqua e di muffa (germi e batteri); io ti consiglio di non utilizzarlo e riporre lo spazzolino in un mobile chiuso ed al riparo dalla polvere.

Gli asciugamani

Gli asciugamani da bagno e da da cucina andrebbero cambiati con una frequenza di due o tre giorni. Gli asciugamani e i canovacci sono infatti un grande ricettacolo di batteri e germi, soprattutto se li riutilizzi senza farli asciugare. E’ quindi importante che siano sempre puliti , affinché le loro fibre siano prive dei batteri che trattengono ogni volta che li usiamo. Ti consiglio comunque di metterli ad asciugare ad ogni utilizzo se vuoi ottimizzare i tempi e farli durare qualche giorno in più.

Le spugne da cucina e bagno 

L’accappatoio

Inutile dire che l’accappatoio, come anche il resto della biancheria da bagno, sia da lavare spesso, ed almeno ogni 2 settimane.

Può sembrare banale ma la spugna umida è carica di germi e a lungo andare anche la nostra pelle potrebbe risentirne!

Le spugne da bagno e cucina sono terreno fertile dei batteri. Se usi spugne naturali devi sapere che la frequenza del loro ricambio deve esser di non più di 3 settimane. Le spugne naturali infatti sono più inclini a sviluppare batteri. Le spugne sintetiche possono esser utilizzate fino al massimo di 10 giorni in più.

La tenda della doccia

Non sempre si presta attenzione alla tenda della doccia, spesso pensando che venga “lavata” nello stesso momento in cui ci facciamo la doccia. Niente di più sbagliato: la tenda della doccia è un grande ricettacolo di batteri e muffe che si sviluppano anche per l’alto tasso di umidità che si crea in bagno.

Ti consiglio di lavare la tenda della doccia una volta alla settimana e cambiarla almeno una volta all’anno. Per allungare la vita della tua tenda della doccia è inoltre consigliabile areare sempre bene il bagno dopo aver fatto  la doccia, soprattutto se hai la stanza da bagno cieca.

Il tappetino del bagno

Altro ricettacolo di germi e batteri è il tappetino scendi doccia che, dovrebbe esser cambiato una volta alla settimana oltre a batterlo (per eliminare peluria e capelli) e farlo asciugare all’aperto dopo ogni utilizzo.

Su questo sito ci sono tantissime spugne, guanti di plastica e accessori per la cucina utilissimi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *