Oggi parliamo di camera da letto e nello specifico vorremmo aiutarti a scegliere un piumino adatto alle tue esigenze.

La scelta di un piumino per la tua camera da letto e per  quella dei tuoi figli non è mai cosa banale poiché il piumino, se di qualità, ci dovrebbe accompagnare per un lungo periodo di tempo.

Per prima cosa dobbiamo porci alcune domande e valutare se si desideri  un piumone naturale o piumone sintetico, imbottito con piumino o con microfibra e se stagionale o quattro stagioni.

Per fare l’acquisto migliore è prima di tutto necessario imparare a leggere correttamente le caratteristiche del prodotto come:  la provenienza del capo, la tipologia di imbottitura e sicuramente il corretto modo di lavarlo e conservarlo perché ci duri a lungo.

Se desideri un piumino caldo ma al contempo traspirante, controlla nella composizione che sia imbottito di “piumino”, una piuma leggera simile a un fiocco di neve, e non di “piumetta” (penna con l’anima di cartilagine) o “piccole piumette”, più economiche ma anche con minor capacità di trattenere l’aria e quindi il tepore.

Per quello che riguarda la provenienza, se desideri un prodotto di alta qualità, la scelta senza dubbio migliore è quella di optare per un piumino Made in Italy in quanto tutti i materiali sono certificati e con etichette facilmente leggibili.

Esistono in commercio una varietà di piumini per tutte le tue richieste e per tutte le tasche, oltre a una vasta gamma di piumini anallergici e piumini anti acaro.

Navigando sul web ho trovato l’e-shop di MyShopCasa, un sito davvero fornitissimo e con tantissime idee  e spunti su come scegliere il piumino migliore!

Scopriamo di più sull’imbottitura del nostro piumino….!

Se tu hai freddo e lui ha caldo 😉 

Non c’è nulla da fare, uomo e donna sono diversi anche per il loro temperamento! 😆

Ogni sera è una discussione perché lei ha freddo e lui caldo? Esiste una soluzione “salva coppia” che accontenterà tutti e due!

Il piumino differenziato  infatti, è un prodotto composto da tre pezzi: un piumino matrimoniale di media pesantezza e due piumini singoli più leggeri, che si applicano al piumino matrimoniale con dei semplici bottoncini.

Provare per credere!

Se gli sbalzi di temperatura ti fanno ammalare

Per evitare i malanni di stagione e scegliere un piumino adatto alla temperatura della tua casa devi sapere  che, per descrivere la capacità riscaldante di un piumone, vengono utilizzati  i “punti calore” o anche detti “tog” (da 1 al 6) che sono indicati nella descrizione del prodotto. Se ad esempio nella tua stanza la temperatura è mediamente dai 23 ai 25 gradi, ti basteranno 1 o 2 punti calore per mantenere stabile anche la tua temperatura; se la stessa è compresa tra i 20 e i 22 gradi te ne serviranno 3, mentre se scende tra i 17 ai 19 gradi è preferibile optare per un piumone che abbia tra i 4 e i 6 punti calore.

Se la temperatura della stanza in cui dormi non è sempre costante, ti potrebbe invece essere utile un piumino “quattro stagioni”, formato da più strati che possono essere sovrapposti a seconda della necessità, come nel caso di numerosi modelli di piumini prodotti dalla Daunex, azienda leader nel settore.

Piumini arrotolati da viaggio

Se ti capita spesso di dover dormire fuori casa e hai paura di avere freddo, puoi portare sempre con te un piumino da viaggio arrotolato, leggero e maneggevole, composto in microfibra double-face e disponibile nella versione matrimoniale e singola.

Piumino anallergico per chi è allergico agli acari

(piumino lavabile a 95 gradi)

Se sei un soggetto allergico e specificatamente allergico agli acari, devi sapere che nel piumino “naturale” si annidano un elevato numero di acari e che per ridurre la concentrazione dei microrganismi dovresti  lavare tutta la biancheria da letto, coperte e piumone compresi, almeno una volta alla settimana  ad almeno 60°, correndo il rischio che con l’andare del tempo  il tuo piumino si rovini.

Se questo è il tuo caso sarebbe meglio acquistare un modello di piumino con imbottitura anti-acaro.

Tieni presente però che  non tutti i piumini sintetici sono anti-acaro, pertanto ricordati di controllare attentamente che nella descrizione del prodotto sia riportata tale dicitura..

Per evitare comunque che gli acari si annidino nel piumino, ti vorremo suggerire qualche piccolo trucco.

Cambia spesso l’aria in casa e in camera da letto! Cerca di mantenere una temperatura interna non superiore ai 21 gradi, perché il caldo, insieme all’umidità, rappresenta il microclima ideale in cui questi organismi proliferano.

Inoltre prima di rifare il letto esponi il piumino al sole;  questo procedimento permette infatti di seccare gli acari e quindi di ridurne la concentrazione nel tessuto.

Il piumone ideale se hai dei bambini.

Il piumone è utile per stimolare l’autonomia dei più piccoli: li invoglia, infatti, a rifarsi il letto da soli perché è più facile e leggero da maneggiare un unico pezzo che diversi strati di lenzuola e coperte. Se tuo figlio tende a scoprirsi di notte, scegli un piumino leggero; sintetico o in piuma d’oca non fa differenza.

Un consiglio per te!

Fai attenzione al copripiumone: quelli a tinte vivaci, magari decorati con i personaggi dei cartoni animati, vanno lavati a fondo prima di metterli nel letto dei tuoi figli per eliminare ogni possibile residuo di coloranti chimici.

Ti consiglio inoltre di metterli all’aria aperta appena possibile e di sbatterli per eliminare polvere, peli e residui di pelle tanto brutti a vedersi quanto poco salutari!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *